Featured Post

FanFest 0: Prevalga il Divertimento!

Basta con le consuetudini: largo al divertimento! FanFest è un modo diverso di concepire il tempo libero, dando sfogo alle sane passioni come espressione creativa e culturale. Il cinema, i giochi, la musica, i libri, i fumetti e tutto il resto si amalgamano in una piacevole sinfonia di emozioni, da...

Read More

Anachronism

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

Anachronism è un gioco di carte edito dalla Trikings. È un modo unico e singolare per giocare con la storia, sotto ogni aspetto. Si possono mettere a confronto i migliori combattenti della storia prevalicando il tempo e le ere.

Per prima cosa va detto che in Anachronism ci sono due soli tipi di carte, le Carte Guerriero e le Carte Supporto. Le prime rappresentano i vari combattenti ed eroi del passato (nonché della mitologia) che si muoveranno nell’arena dandosi battaglia, mentre le altre indicano tutte quelle che fungono da equipaggiamento, alleati o divinità protettrici.

Partiamo analizzando la Carta Guerriero:

  1. Fondo di Colore: indica la cultura di appartenenza della carta; a seconda del tipo di fondo la carta questa apparterrà ad una cultura diversa (giapponesi, romani, scozzesi, francesi, maori, etc.).
  2. Elemento: ogni Carta Guerriero presenta un elemento al quale questo è affine; gli elementi sono sei: acqua, fuoco, metallo, aria, terra ed etere.
  3. Nome: ogni guerriero possiede un nome proprio che lo contraddistingue; alcuni guerrieri sono riportati in più di una carta (in versioni diverse), anche in questo caso ogni carta possiede un suo nome distintivo.
  4. Griglia di Attacco: questa griglia indica dove e con che abilità un combattente può attaccare i suoi avversari; la griglia rispecchia sempre il verso in cui è orientata la Carta Guerriero, e si riferisce solamente agli attacco base (cioè quelli effettuati a mani nude).
  5. Immagine: questa è un’illustrazione che ritrae il guerriero.
  6. Vitalità: questo numero indica quante ferite potrà subire il guerriero prima di essere sconfitto; questo valore durante il gioco potrà calare o crescere in base agli esisti delle varie dei vari attacchi e agli effetti delle Carte Supporto.
  7. Velocità: è il numero di azioni che il guerriero può effettuare durante un suo turno; le azioni permettono di attaccare gli avversari, muoversi dentro l’arena o far appello ad alcune abilità.
  8. Esperienza: questo valore rappresenta la conoscenza del campo di battaglia e delle sue insidie; serve per risolvere i pareggi che si vanno a creare lanciando i dadi.
  9. Danno: questo è il numero di ferite che infligge un guerriero quando riesce a colpire i propri avversari; questo valore è riferito agli attacchi fatti senza armi (cioè quelli effettuati a mani nude).

10.  Dati: qui vengono indicati i dati distintivi di ogni guerriero: nazionalità, sesso, etc.

11.  Abilità: ogni guerriero è dotato di una o più abilità che può utilizzare durante i combattimenti per avvantaggiarsi.

12.  Background: il testo riportato in questa zona della carta descrive brevemente le gesta del guerriero.

Adesso invece guardiamo com’è composta una Carta Supporto:

  1. Fondo di Colore: come per le Carte Guerriero indica la cultura di appartenenza della carta.
  2. Elemento: alcune Carte Supporto possiedono anch’esse un elemento al quale sono affini.
  3. Nome: ogni Carta Supporto possiede un nome proprio che la contraddistingue; questo potrebbe indicare un’azione, una divinità o qualsiasi cosa la caratterizzi.
  4. Griglia di Attacco: come per i guerrieri anche le armi (e solo quelle) possiedono una griglia d’attacco; questa viene utilizzata al posto di quella del guerriero quando si attacca con l’arma, e rispecchia sempre il verso in cui è orientata la Carta Guerriero.
  5. Immagine: questa è un’illustrazione che ritrae il soggetto della carta.
  6. Danno: questo è il numero di ferite che infligge un guerriero quando riesce a colpire i propri avversari utilizzando quest’arma.
  7. Dati: qui vengono indicati i dati distintivi di ogni carta: nazionalità, tipo, specie, etc.
  8. Abilità: ogni Carta Supporto è dotata di una o più abilità che il guerriero con essa equipaggiato può utilizzare durante i combattimenti.
  9. Background: qui viene descritta brevemente la storia dell’oggetto, della divinità o dell’azione rappresentata dalla carta.

Ogni guerriero va equipaggiato con quattro Carte Supporto che verranno utilizzate una di seguito alle altre, round dopo round, e non sarà possibile utilizzarne due tipi diverse (due armi, due armature, due divinità, etc.), ovviamente se il vostro guerriero non possiede abilità che dicano il contrario.

Insomma pochi dati e sarete già calati nei panni dei vostri eroi preferiti, pronti a far fuori il maggior numero di avversari possibili!

Ecco qualche suggerimento:

Miyamoto Musashi (P-1-39)

Bokken (A-1-27)

Bokken (A-1-27)

Usbergo di Maglia (T-2-19)

Occhio Udjat (S-2-60)

Kuthulum (P-2-86)

Plutone (I-1-87)

Qiang (A-2-33)

Corsetto Dorato (T-2-54)

Gaitay Geprech (S-2-80)

Milo di Crotone (G-1-16)

Tyr (I-1-59)

Liontari (T-1-19)

Shuriken (S-1-45)

Mazza del Re Scorpione (S-2-75)

Santa Giovanna d’Arco (G-3-16)

Claidheamh-Mor Gaidhealach (A-3-98)

Pteryges (T-1-79)

Cotta di Maglia del Paladino (T-3-14)

Ceannasg Mailleach (T-3-79)

Sun Tzu (G-2-41)

Mercurio (I-1-77)

Yu Huang Shang Di (I-2-42)

Pugio (A-1-78)

Shinobo Shozoku (T-1-44)

Horemheb il Restauratore (G-2-56)

Boezio (I-3-47)

Pugio (A-1-78)

Corsetto Dorato (T-2-54)

Corona d’Inghilterra (S-1-50)

Robert Bruce (G-3-86)

Damhan-Allaidh Leantalach (I-3-87)

Langox (A-1-55)

Broigne di Scaglie (T-3-09)

Sporan (S-3-100)

Spartacus (G-1-96)

Loki (I-1-65)

Mercurio (I-1-77)

Khopesh (A-2-58)

Nsywt (A-2-73)

Robin Hood (G-2-21)

Yeke Mongghul Ulus (I-2-97)

Arco di Corno (A-2-68)

Hu Xiong Jia (T-2-49)

Kyudo (S-1-25)

Seti I (G-2-66)

Musha-Shugyo (I-1-40)

Signora del Lago (I-2-12)

Sverd (A-1-73)

Cotta di Maglia del Paladino (T-3-14)

Robert Bruce (G-3-86) 2

Damhan-Allaidh Leantalach (I-3-87)

Yue (A-2-38)

Ceannasg Màilleach (T-3-79)

Corona di Inghilterra (S-1-50)

Rob Roy McGregor (G-3-81)

Iombhas Forasna (I-3-92)

Spada Celtica (A-3-23)

Polusablya (A-4-78)

Griwban (T-4-69)

San Alexander Nevsky (G-4-96)

Metropolita Cirillo (I-4-97)

Ger (A-3-28)

Tyegilyai (T-4-84)

Bran Agus Sceolang (S-4-25)

Principe Mikhail Skopin-Shuisky (G-4-91)

Blossio di Cuma (I-1-97)

Langox (A-1-55)

Duulga (T-2-79)

Scettri di Heqa e Was (S-2-55)

Finn MacCumhaill (G-4-21)

Anastasia Romanovna Zakharyina (I-4-82)

Mac An Luin (A-4-23)

Byrnies (T-1-54)

Ba Duan Jin (S-2-50)

Ariki Te Wherowhero (G-4-26)

Mere (A-4-33)

Chekan (A-4-98)

Broigne di Scaglie (T-3-09)

Tao Yuan San Jie Yi (S-2-30)

Robin Hood (G-2-21) 2

Damhan-Allaidh Leantalach (I-3-87)

Arcabuz (A-5-93)

Farsetto di Cuoio (T-2-24)

Gorin No Sho (S-1-29)

Marco Claudio Marcello (G-1-81)

Teyaotenyiliztli (I-5-12)

Mazza di Osso di Mandibola (A-3-58)

Ichcahuipilli (T-5-24)

Donn Cualnge (S-4-05)

Achille (G-1-91)

Izanagi (I-1-22)

Al Madina Al Mokadassa (I-5-67)

Jin-Dachi (A-5-43)

Tyegilyai (T-4-84)

Miyamoto Musashi (P-1-39) 2

Bushido (I-1-P3)

Bokken (A-1-27)

Bokken (A-1-27)

Akaitoodoshi-Yoroi (T-5-34)

Horemheb il Restauratore (G-2-56) 2

Cercare la Visione (I-3-72)

Ropera Toledana (A-5-98)

Cùmhnant Briste (S-3-80)

Hata Bi (S-5-50)

Cavallo Pazzo (G-3-61)

Horus (I-2-57)

Spada di Marte (A-2-78)

Loricae Segmentata (T-1-84)

Danza dello Spirito (S-3-70)

Ludoteca Educativa

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

Aaaa

So when you’re using your search cell phone location tracker employee monitoring apps to evaluate your employees, take a step back and think about where you stand

Stone Age: L’Inizio del Viaggio

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

Autore: Michael Tummelhofer
Editore:
Stupor Mundi per l’Italia da Hans Im Gluck
Distribuito in Italia da:
Giochi Uniti
Giocatori:
da 2 a 4 (consigliato ?)
Età:
10+
Durata:
60/90′
Categoria:
Gioco da Tavolo
Meccaniche:
?
Dipendenza dalla lingua:
?

A scatola chiusa

Una bella scatolona grossa e pesante, dall’aspetto e dalla grafica spiccatamente “tedesca”: tutta la grafica è ridotta al minimo indispensabile. Stone Age promette risorse e strategia direttamente dal passato, dall’età della pietra. La lista della componentistica promette una abbondante componentistica, per risultare un gioco che dovrebbe piacere al mercato dei core-gamer, un settore difficile che ha già molto tra cui scegliere. Vedremo…

A scatola aperta

Il gioco si presenta con una buona componentistica, ma soprattutto “solida”. I segnalini e il vacoform sono in cartone robusto, le pedine sono grandi e sagomate in maniera molto originale e spiritosa e  i sacchetti ermetici sono inclusi nella confezione. Si presenta come un gioco dall’ottimo livello qualitativo. Il tabellone illustrato ricorda quello de “I Pilastri della Terra” (edito in Italia sempre da Stupor Mundi) per lo stile di disegno. L’effetto sul tavolo è sicuramente positivo: la qualità dei giochi tedeschi è confermata. Giochiamo!

Fuori dalla scatola

Il gioco si presenta come una versione “alleggerita” di Arkham Horror, con cui condivide lo spirito cooperativo e l’ambientazione. Invece di essere un gioco solo per i core-player, Cthulhu presenta un regolamento molto più snello (4 pagine), spiegato inoltre molto bene.
La durata di 60′ è ottimistica, ma comunque il gioco non si spinge oltre i 90 minuti. La partita è ricca di mistero, avventure, sorprese e difficoltà da superare che rendono l’esperienza appagante e il tempo passa veloce.
Il gioco è gradevole, adatto a tutti, il turno si svolge velocemente e l’attesa tra un giocatore e l’altro è priva di pause noiose: si parla molto e il tempo passa veloce. Meglio giocato in quattro giocatori: in altre modalità perde qualcosa.
Se siete amanti del gioco di avventura in genere, non unicamente dell’horror, fateci un pensierino. Cthulhu è un titolo di cui si sentiva l’esigenza nel mercato dei giochi localizzati, visto che la categoria dei cooperativi comprende giochi principalmente in lingua inglese.

Chi lo compra: chi cerca un bel gioco cooperativo. Chi è un amante dei giochi di avventura. Chi vorrebbe giocare ad Arkham Horror, ma ha un gruppo di casual-player oppure non ha a disposizione tutto il tempo che il gioco Nexus/FFG richiede.

Chi lo vende: un negoziante che deve soddisfare una clientela ampia, che va dal core-player al giocatore casuale. Il gioco potrebbe risultare difficile da vendere a scatola chiusa, a causa dell’ermeticità della confezione, ma chi si fiderà del consiglio non rimarrà deluso.

Can’t read their own employees www.phonetrackingapps.com/teensafe bad supervisors won’t be able to read their employees

WoM: Sfida Finale 2009 al FanFest

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

4 ottobre 2009: è questa la data in cui si è svolta la seconda Sfida Finale di Wizards of Mickey, ovvero la finale nazionale ad invito che premia “lo Stregone Supremo”.
Quest’anno, questo importante evento si è tenuto presso il FanFest a Ravenna, evento fieristico che si è tenuto per la prima volta nella città

There’s a lot of technology involved, and a lot of writing academic papers community support for this, mr

Schiaccia Mosche

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

Autore: ?
Editore:
Red Glove per l’Italia da Abacus Spiele
Distribuito in Italia da:
Red Glove
Giocatori:
da 2 a 4 (consigliato da 2 a 4)
Età:
10+
Durata:
30′
Categoria:
Gioco da Tavolo
Meccaniche:
gioco di combinazioni, gestione delle carte
Dipendenza dalla lingua:
nessuna

A scatola chiusa

Spiel des Jahres 2008: questo alza già la nostra aspettativa nei confronti di questo gioco. Per chi non se ne intende uno Spiel des Jahres è un gioco che ha ricevuto forse il premio più prestigioso per il mondo dei giochi da tavolo, sinonimo di qualità, accessibilità e divertimento. Keltis si presenta con una grafica semplice ma gradevole, quasi raffinata, anche se non accattivante. L’aspetto generale della confezione preannuncia che questo gioco ha una ambientazione sostanzialmente astratta. È strano vedere un gioco da 30 minuti in una scatola così grande… speriamo bene.

A scatola aperta

La componentistica è essenziale, tabellone, carte e segnalini di legno, che mantengono il rigore estetico già visto sulla scatola. L’interno, non pienissimo di componenti è impreziosito da un bellissimo vassoio in plastica riccamente decorato. Un lavoro da esperti professionisti, impegnati a riempire adeguatamente la grande scatola. C’è tutto quello che serve, e quello che c’é e di ottima qualità, sia di materiale che di stampa. Il regolamento è un solo foglio ed è strutturato e impaginato con grande mestiere. Forse il premio non è stato da a caso, fino ad ora…

Fuori dalla scatola

Il gioco è un gioco di strategia con le carte, molto veloce, facile da assimilare e adatto a tutti. Chi ha avuto modo di giocare a Le Città Perdute vedrà tantissime somiglianze. Keltis si differenzia per poter essere giocato fino a 4 giocatori e risulta, alla fine, anche più facile del suo predecessore, anche se più condizionato dalla fortuna. Calcolo delle probabilità, un po’ di fortuna, quanto basta, e una grande versatilità: più si è, meglio é, ma funziona anche a due giocatori.

Chi lo compra: A chi piacciono i giochi di carte e di combinazioni. Chi cerca un gioco veloce che riempia i buchi per giocare in famiglia o con un gruppo ristretto di amici. Un titolo che non è indispensabile avere, ma chi rientra nelle caratteristiche un gioco che vale i soldi che costa, e lo apprezzerete per la grande longevità. A differenza di altri casi, non compratelo solo perché ha vinto il premio: correreste inultimente il rischio di rimanere delusi.

Chi lo vende: il negoziante preparato che conosce il contenuto della scatola e ha una clientela diversa dal solo core-gamer. Sullo scaffale non sfigura, ma non fate scorte eccessive: potrebbe richiedere più tempo del previsto a smaltirle.

If you are secure enough phone tracker for free online in your skills, this stuff should not matter

Trono di Spade LCG: appuntamento fisso il martedì sera

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

The answer is they don’t have the legal authority, but when it drifts how to write a research proposal paper into school in any way, it’s like the midas touch