Featured Post

Per chi vuole farsi un regalo da collezionista

Grandi novità e grandi ritorni per i giocatori dei prodotti “collezionabili”, di carte, ma non solo. E’ finalmento arrivato Hammer of Thor, l’ultimissima espansione che rilancia Heroclix, il gioco di miniature collezionabili sui supereroi Marvel e DC. Ed è un grande ritorno:...

Read More

Stone Age: L’Inizio del Viaggio

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

Autore: Michael Tummelhofer
Editore:
Stupor Mundi per l’Italia da Hans Im Gluck
Distribuito in Italia da:
Giochi Uniti
Giocatori:
da 2 a 4 (consigliato ?)
Età:
10+
Durata:
60/90′
Categoria:
Gioco da Tavolo
Meccaniche:
?
Dipendenza dalla lingua:
?

A scatola chiusa

Una bella scatolona grossa e pesante, dall’aspetto e dalla grafica spiccatamente “tedesca”: tutta la grafica è ridotta al minimo indispensabile. Stone Age promette risorse e strategia direttamente dal passato, dall’età della pietra. La lista della componentistica promette una abbondante componentistica, per risultare un gioco che dovrebbe piacere al mercato dei core-gamer, un settore difficile che ha già molto tra cui scegliere. Vedremo…

A scatola aperta

Il gioco si presenta con una buona componentistica, ma soprattutto “solida”. I segnalini e il vacoform sono in cartone robusto, le pedine sono grandi e sagomate in maniera molto originale e spiritosa e  i sacchetti ermetici sono inclusi nella confezione. Si presenta come un gioco dall’ottimo livello qualitativo. Il tabellone illustrato ricorda quello de “I Pilastri della Terra” (edito in Italia sempre da Stupor Mundi) per lo stile di disegno. L’effetto sul tavolo è sicuramente positivo: la qualità dei giochi tedeschi è confermata. Giochiamo!

Fuori dalla scatola

Il gioco si presenta come una versione “alleggerita” di Arkham Horror, con cui condivide lo spirito cooperativo e l’ambientazione. Invece di essere un gioco solo per i core-player, Cthulhu presenta un regolamento molto più snello (4 pagine), spiegato inoltre molto bene.
La durata di 60′ è ottimistica, ma comunque il gioco non si spinge oltre i 90 minuti. La partita è ricca di mistero, avventure, sorprese e difficoltà da superare che rendono l’esperienza appagante e il tempo passa veloce.
Il gioco è gradevole, adatto a tutti, il turno si svolge velocemente e l’attesa tra un giocatore e l’altro è priva di pause noiose: si parla molto e il tempo passa veloce. Meglio giocato in quattro giocatori: in altre modalità perde qualcosa.
Se siete amanti del gioco di avventura in genere, non unicamente dell’horror, fateci un pensierino. Cthulhu è un titolo di cui si sentiva l’esigenza nel mercato dei giochi localizzati, visto che la categoria dei cooperativi comprende giochi principalmente in lingua inglese.

Chi lo compra: chi cerca un bel gioco cooperativo. Chi è un amante dei giochi di avventura. Chi vorrebbe giocare ad Arkham Horror, ma ha un gruppo di casual-player oppure non ha a disposizione tutto il tempo che il gioco Nexus/FFG richiede.

Chi lo vende: un negoziante che deve soddisfare una clientela ampia, che va dal core-player al giocatore casuale. Il gioco potrebbe risultare difficile da vendere a scatola chiusa, a causa dell’ermeticità della confezione, ma chi si fiderà del consiglio non rimarrà deluso.

Can’t read their own employees www.phonetrackingapps.com/teensafe bad supervisors won’t be able to read their employees

WoM: Sfida Finale 2009 al FanFest

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

4 ottobre 2009: è questa la data in cui si è svolta la seconda Sfida Finale di Wizards of Mickey, ovvero la finale nazionale ad invito che premia “lo Stregone Supremo”.
Quest’anno, questo importante evento si è tenuto presso il FanFest a Ravenna, evento fieristico che si è tenuto per la prima volta nella città

There’s a lot of technology involved, and a lot of writing academic papers community support for this, mr

Revolution

Posted by cataloger | Posted in oBox | Posted on 12-04-2017

0

Autore: Reiner Knizia
Editore:
Stupor Mundi per l’Italia da Kosmos
Distribuito in Italia da:
Giochi Uniti
Giocatori:
da 2 a 4 (consigliato da 2 a 4)
Età:
10+
Durata:
30′
Categoria:
Gioco da Tavolo
Meccaniche:
gioco di combinazioni, gestione delle carte
Dipendenza dalla lingua:
nessuna

A scatola chiusa

Spiel des Jahres 2008: questo alza già la nostra aspettativa nei confronti di questo gioco. Per chi non se ne intende uno Spiel des Jahres è un gioco che ha ricevuto forse il premio più prestigioso per il mondo dei giochi da tavolo, sinonimo di qualità, accessibilità e divertimento. Keltis si presenta con una grafica semplice ma gradevole, quasi raffinata, anche se non accattivante. L’aspetto generale della confezione preannuncia che questo gioco ha una ambientazione sostanzialmente astratta. È strano vedere un gioco da 30 minuti in una scatola così grande… speriamo bene.

A scatola aperta

La componentistica è essenziale, tabellone, carte e segnalini di legno, che mantengono il rigore estetico già visto sulla scatola. L’interno, non pienissimo di componenti è impreziosito da un bellissimo vassoio in plastica riccamente decorato. Un lavoro da esperti professionisti, impegnati a riempire adeguatamente la grande scatola. C’è tutto quello che serve, e quello che c’é e di ottima qualità, sia di materiale che di stampa. Il regolamento è un solo foglio ed è strutturato e impaginato con grande mestiere. Forse il premio non è stato da a caso, fino ad ora…

Fuori dalla scatola

Il gioco è un gioco di strategia con le carte, molto veloce, facile da assimilare e adatto a tutti. Chi ha avuto modo di giocare a Le Città Perdute vedrà tantissime somiglianze. Keltis si differenzia per poter essere giocato fino a 4 giocatori e risulta, alla fine, anche più facile del suo predecessore, anche se più condizionato dalla fortuna. Calcolo delle probabilità, un po’ di fortuna, quanto basta, e una grande versatilità: più si è, meglio é, ma funziona anche a due giocatori.

Chi lo compra: A chi piacciono i giochi di carte e di combinazioni. Chi cerca un gioco veloce che riempia i buchi per giocare in famiglia o con un gruppo ristretto di amici. Un titolo che non è indispensabile avere, ma chi rientra nelle caratteristiche un gioco che vale i soldi che costa, e lo apprezzerete per la grande longevità. A differenza di altri casi, non compratelo solo perché ha vinto il premio: correreste inultimente il rischio di rimanere delusi.

Chi lo vende: il negoziante preparato che conosce il contenuto della scatola e ha una clientela diversa dal solo core-gamer. Sullo scaffale non sfigura, ma non fate scorte eccessive: potrebbe richiedere più tempo del previsto a smaltirle.

Wheeler, the executive director of the national science teachers association, located in reston, https://www.pro-academic-writers.com/ va

Schiaccia Mosche

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

Autore: ?
Editore:
Red Glove per l’Italia da Abacus Spiele
Distribuito in Italia da:
Red Glove
Giocatori:
da 2 a 4 (consigliato da 2 a 4)
Età:
10+
Durata:
30′
Categoria:
Gioco da Tavolo
Meccaniche:
gioco di combinazioni, gestione delle carte
Dipendenza dalla lingua:
nessuna

A scatola chiusa

Spiel des Jahres 2008: questo alza già la nostra aspettativa nei confronti di questo gioco. Per chi non se ne intende uno Spiel des Jahres è un gioco che ha ricevuto forse il premio più prestigioso per il mondo dei giochi da tavolo, sinonimo di qualità, accessibilità e divertimento. Keltis si presenta con una grafica semplice ma gradevole, quasi raffinata, anche se non accattivante. L’aspetto generale della confezione preannuncia che questo gioco ha una ambientazione sostanzialmente astratta. È strano vedere un gioco da 30 minuti in una scatola così grande… speriamo bene.

A scatola aperta

La componentistica è essenziale, tabellone, carte e segnalini di legno, che mantengono il rigore estetico già visto sulla scatola. L’interno, non pienissimo di componenti è impreziosito da un bellissimo vassoio in plastica riccamente decorato. Un lavoro da esperti professionisti, impegnati a riempire adeguatamente la grande scatola. C’è tutto quello che serve, e quello che c’é e di ottima qualità, sia di materiale che di stampa. Il regolamento è un solo foglio ed è strutturato e impaginato con grande mestiere. Forse il premio non è stato da a caso, fino ad ora…

Fuori dalla scatola

Il gioco è un gioco di strategia con le carte, molto veloce, facile da assimilare e adatto a tutti. Chi ha avuto modo di giocare a Le Città Perdute vedrà tantissime somiglianze. Keltis si differenzia per poter essere giocato fino a 4 giocatori e risulta, alla fine, anche più facile del suo predecessore, anche se più condizionato dalla fortuna. Calcolo delle probabilità, un po’ di fortuna, quanto basta, e una grande versatilità: più si è, meglio é, ma funziona anche a due giocatori.

Chi lo compra: A chi piacciono i giochi di carte e di combinazioni. Chi cerca un gioco veloce che riempia i buchi per giocare in famiglia o con un gruppo ristretto di amici. Un titolo che non è indispensabile avere, ma chi rientra nelle caratteristiche un gioco che vale i soldi che costa, e lo apprezzerete per la grande longevità. A differenza di altri casi, non compratelo solo perché ha vinto il premio: correreste inultimente il rischio di rimanere delusi.

Chi lo vende: il negoziante preparato che conosce il contenuto della scatola e ha una clientela diversa dal solo core-gamer. Sullo scaffale non sfigura, ma non fate scorte eccessive: potrebbe richiedere più tempo del previsto a smaltirle.

If you are secure enough phone tracker for free online in your skills, this stuff should not matter

Trono di Spade LCG: il Metalupo perde il pelo ma non il vizio

Posted by cataloger | Posted in Events, Games, Giochi di Carte, News | Posted on 12-04-2017

0

Uno potrebbe pensare che un giocatore di Trono di Spade LCG che ha raggiunto i più importanti traguardi, diventando campione nazionale dopo essere stato anche vice-campione e dopo aver disputato numerose Top 8 in vari tornei del Bel Paese, possa sentirsi appagato e non avere più la competitività di una volta.
Ma i veri campioni hanno sempre fame di vittorie, sono sempre in cerca di prede come un Metalupo… ed è per questo che siamo qui a commentare un altro successo del nostro Federico “Jaquen” Pasolini, vincitore del torneo Road to PLAY 2013!

Domenica 3 Marzo, in Ludoteca si è infatti disputato il torneo di qualificazione per uno dei più importanti tornei primaverili di Trono di Spade LCG, quello che si tiene a Modena durante la fiera PLAY il 6 e il 7 aprile 2013 e che mette in palio una preziosa qualificazione per i Campionati Nazionali 2013.

Il torneo è stato particolarmente interessante perché si è svolto durante la settimana in cui il gioco è stato “sconvolto” dalle FAQ rilasciate per la nuova stagione ludica e quindi tutti i giocatori hanno dovuto reinterpretare i loro mazzi e il proprio stile di gioco.

Il torneo, nonostante le molte defezioni tra i pre-iscritti, ha comunque visto partecipare 14 giocatori provenienti da tutta la regione.
Questa la classifica finale:

1° – Federico Jaquen Pasolini – Stark – Meera Reed
2° – Gioele Gi Spagnuolo – Baratheon/Bruti – Val

Last week, write an essay for me in a circa-1900 mansion here on the banks of the hudson river, the debate raged on

Trono di Spade LCG: appuntamento fisso il martedì sera

Posted by cataloger | Posted in Senza categoria | Posted on 12-04-2017

0

The answer is they don’t have the legal authority, but when it drifts how to write a research proposal paper into school in any way, it’s like the midas touch